ANESTESIOLOGIA II

Crediti: 
1
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
ANESTESIOLOGIA (MED/41)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Anno di corso: 
3
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Attività formativa padre: 

Obiettivi formativi

La gestione delle emergenze‐urgenze in ostetricia è complessa ed implica il coinvolgimento di diverse figure professionali (Ginecologi, ostetriche, Infermieri, anestesisti, neonatologi, medicina di laboratorio e centro trasfusionale). La qualità e l’efficacia del trattamento dipendono anche da un buon coordinamento del team di specialisti coinvolti.
L’obiettivo formativo del corso è fornire elementi conoscenze comuni e un linguaggio unico per il team della sala parto per acquisire una condivisione delle problematiche, che è uno degli strumenti di prevenzione per gli eventi avversi in sala parto e per la gestione degli stessi.

Prerequisiti

NESSUNO

Contenuti dell'insegnamento

Gli anestesisti sono sempre più coinvolti nella cura della donna gravida, e in ambito ostetrico l’anestesista esercita la propria attività nei seguenti campi:

- valutazione per parto‐analgesia e taglio cesareo in urgenza
- valutazione delle donne gravide a rischio per comorbidità (obesità, cardiopatia, ecc) in urgenza
- valutazione di donne a rischio per patologie associate alla gravidanza (gestosi severa, HELLP
syndrome, ecc)
- analgesia in corso di travaglio e di parto vaginale (peridurale o combinata spino-­‐peridurale, farmacologica per via parenterale) in urgenza
- anestesia per taglio cesareo e per revisioni della cavità uterina
- trattamento delle emergenze (shock emorragico, eclampsia, ecc). In particolare, necessità di monitoraggio clinico dei parametri vitali e gestione de sanguinamento peri-partum (minore e maggiore), attraverso la somministrazione di fluidi, emoderivati e farmaci.
- ricovero in terapia intensiva

La responsabilità primaria dell’anestesista in sala parto è la sicurezza della donna.

Programma esteso

• Sala operatoria in emergenza
• Sanguinamento post-partum (anche in politrauma)
• Crisi ipertensive; gestosi/pre-eclampsia/ eclampsia
• HELLP syndrome
• Insufficienza respiratoria acuta
• L’arresto Cardio-circolatorio: eziologia. fisiopatologia, epidemiologia e trattamento
• BLSD

Bibliografia

- E.Romano, Anestesia- I principi e le tecniche, UTET
- Manuale di procedure di anestesia clinica del Massachusetts General Hospital. Antonio Delfino Editore
- Analgesia, anestesia, terapia intensiva in ostetricia Copertina flessibile – C. Celleno. Edizione Minerva Medica

Metodi didattici

Il corso sarà svolto tramite lezioni frontali sia in presenza (in aula) che in telepresenza (in sincrono-streaming) mediante il supporto della piattaforma Teams. In tal modo verrà preservata la possibilità di interagire in tempo reale con il Docente sia in presenza che a distanza.
Le lezioni si svolgeranno con ausilio di materiale iconografico raccolto in presentazioni che saranno messe a disposizione degli studenti sulla piattaforma Elly (https://elly.medicina.unipr.it).

Modalità verifica apprendimento

L’esame consisterà in una valutazione integrata, inclusiva di un giudizio di apprendimento del BLSD ed un esame orale che potrà vertere sui casi clinici di PS, sala operatoria e in Terapia Intensiva, che saranno spunto per un approfondimento sugli “Argomenti del corso”. Per gli argomenti non trattati a lezione lo studente farà riferimento ai contenuti dei Testi consigliati. Si valuterà anche la capacità dello studente ad affrontare casi clinici simulati