TIROCINIO 1° ANNO - STRUTTURA ESTERNA

Crediti: 
18
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
NERI Serena
Settore scientifico disciplinare: 
SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE (MED/47)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Anno di corso: 
1
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

Lo studente dovrà acquisire ed applicare le conoscenze teorico-pratiche di assistenza generale ed ostetrica di base, secondo i principi della Midwifery.
In particolare, al termine del primo anno di tirocinio, lo studente dovrà essere in grado di:
- Instaurare una relazione con la donna, nel rispetto della riservatezza e tenendo conto delle specifiche caratteristiche psico-emozionali del contesto;
- Descrivere, nelle linee generali, finalità, strutture e organizzazione del Servizio sede del Tirocinio;
- Individuare i bisogni specifici dell’utenza di riferimento;
- Riconoscere le funzioni specifiche dell’Ostetrica/o in rapporto alle altre figure professionali, nell’ottica del lavoro in equipe;
- Svolgere le attività professionali programmate sotto la guida del tutor clinico;
- Valutare i risultati degli interventi erogati.

Prerequisiti

Frequenza alle lezioni, alle esercitazioni ed ai laboratori

Contenuti dell'insegnamento

Il tirocinio è l’attività in cui lo studente impara ad applicare le conoscenze apprese a lezione. Durante il tirocinio lo studente deve apprendere ed applicare:
1.Le norme di comportamento in ambito assistenziale
2.L’approccio con i pazienti fondato su ascolto attivo, rispetto, tutela della privacy,
3.Gli elementi fondamentali di assistenza alla gravidanza fisiologica.
4.L’assistenza infermieristica e ostetrica di base.
Il contenuto del tirocinio in Sala Parto è unicamente osservazionale.

Programma esteso

Assistenza di base:
Relazione con le pazienti, con l’utenza e con l’équipe;
Rispetto delle norme fondamentali di igiene per la prevenzione delle ICPA;
Cura dell’igiene del paziente;
Rilevazione dei parametri vitali;
Esecuzione ECG;
Somministrazione e conservazione dei farmaci;
Preparazione ed esecuzione di prelievi ematici;
Applicazione e gestione dei cateteri venosi periferici;
Monitoraggio della funzione urinaria e raccolta dei campioni urinari;
Esecuzione di tamponi biologici;
Cateterismo vescicale;
Medicazioni semplici;
Assistenza ostetrica:
- Misurazione lunghezza Sinfisi Fondo
- Esecuzione delle manovre di Leopold
- Auscultazione Battito Cardiaco Fetale
- Utilizzo del cardiotocografo

Bibliografia

Materiale audiovisivo - Appunti/slide
- Costantini W., Calistri D., “Ostetrica” Vol. I-II-III Ed. Piccin, Padova 2013.
- Albinelli. P., L’infermiere tra teoria e prassi. Un manuale per la didattica di laboratorio clinico Athena, Modena 2008.

Metodi didattici

Esercitazioni propedeutiche e di consolidamento all’apprendimento delle pratiche assistenziali di base: laboratori con simulazioni su manichino e con presidi sanitari, visione di filmati didattici.
Periodi di tirocinio guidati presso sedi convenzionate con l'Università degli Studi di Parma.
Gli studenti sono affiancati in rapporto one to one, per ogni sede di tirocinio, da tutor clinici, appartenenti al medesimo profilo professionale o alla stessa classe di laurea, che li guidano nel raggiungimento degli obiettivi formativi individuati.

Modalità verifica apprendimento

Lo studente viene valutato dal tutor clinico, al termine di ogni periodo di tirocinio attraverso una scheda di valutazione sulla capacità di comprensione ed applicazione, sull'autonomia di giudizio e sulle abilità comunicative (descrittori di Dublino 1°,2°,3°,4°). La scheda comprende gli obiettivi generali e specifici per ogni ambito e una griglia di valutazione iniziale e finale, nonché uno spazio per le annotazioni sull’andamento del percorso di apprendimento.
L'esame di tirocinio consiste in una prova pratica con l’utilizzo di materiali, presidi sanitari e simulazioni su manichini.
Il voto finale è frutto della valutazione complessiva della prova pratica e dei giudizi espressi nelle schede di valutazione del tirocinio.